Post Scriptum: Le altre medicine e l’uomo

a Officinalia 2012, dal banchetto dei libri.

 

Quelle che seguono sono le riflessioni di Federica, che ha partecipato come espositrice per la Edizioni Rudolf Steiner alla Fiera di Belgioioso, a inizio Maggio.

Officinalia 2012 (Belgioioso - PV) - l'ingresso
Officinalia 2012 (Belgioioso - PV) - l'ingresso

 

Al ritorno dalla fiera del naturale si addensano nell’atmosfera degli incensi i ricordi dei volti, delle parole scambiate e dei gesti: tra tutti, uno, l’osannatissimo medico che “cura con l’alimentazione”. Da una medicina alternativa – la si chiami come si vuole, complementare o diversamente medicina – ti aspetteresti che sia… altra, che si apra a qualcosa che non sia la solita molecola o la causalità materiale, ma può darsi che certe cose impieghino più tempo a trasformarsi.

Il luminare si avvicina al banchetto dei libri di Steiner – Voi, che “il pensiero può tutto”, eppure il dottor tal dei tali, che era dei vostri …è morto pure lui. (Medice, cura te ipsum!) E apre la cateratta cattedratica spiegando che, data la malattia e il luogo ove s’è insediata, senz’altro devono essere stati i formaggi che avrà mangiato: sarebbe bastato levarli e ora sarebbe ancora tra noi, che dobbiamo tutti stare qui il più a lungo possibile.

Sì, centovent’anni, diceva qualcuno morto anche lui, embé? Ci sono certe cose che gridano vendetta a Dio, se pronunciate; e non è questione di punti di vista, non si tratta di convincere l’altro o di voler far proseliti, è che sono come errori matematici; quindi è la mia fiumana che ora erompe, ribollendo dentro però, verso il doc defluisce più ordinatamente possibile un ramo laterale, fino a lambirlo – Hai mai pensato che la malattia, anche quando si conclude con la morte fisica, può non essere una disfatta per l’uomo? Che le opportunità che dà, di cambiamento, potremmo non avere arti abbastanza ampi per abbracciarle? Tu hai potuto leggere i libri di medicina scritti dal sant’uomo defunto del quale parli? Se non si fosse ammalato seriamente avrebbe continuato per decenni a curare i suoi amati pazienti, anziché evolvere persino oltre {[(e iniziare a dialogare con la seconda Gerarchia, peresempio…)]}

Più tardi gli restituisco la visita di cortesia, il suo banchetto dove vende granaglie è, guarda un po’, accerchiato da degustazioni di formaggi.

 

Rossella al banchetto dei libri della Edizioni Rudolf Steiner
Rossella al banchetto dei libri della Edizioni Rudolf Steiner

 

Una delle sale di Officinalia 2012...
Una delle sale di Officinalia 2012...

Microeditoria a Chiari (Bs). Rossella&Lucio allo stand di Archiatiedizioni

Prosegue l’attività fieristica di Rossella e Lucio, istancabili alfieri della scienza dello spirito in fiere grandi e piccole del nord Italia. Questo volta hanno partecipato con uno stand di Archiatiedizioni alla Rassegna della Microeditoria di Chiari, in provincia di Brescia, giunta quest’anno alla sua nona edizione. Ci scrivono: “La manifestazione è stata seguita da un pubblico curioso e attento. Eravamo in una bella sala a piano terra e i colori dei nostri libri attiravano immediatamente l’attenzione. L’impressione che abbiamo avuto è che siamo stati individuati, all’interno della Rassegna, come una novità. Le persone che si sono soffermate allo stand hanno dedicato molta attenzione ai nostri testi, consultandoli a lungo e spesso scambiando opinioni o chiedendo informazioni. A tutti, indipendentemente dall’acquisto, abbiamo consegnato il nostro catalogo, ricevendo sempre cenni di sincero gradimento. Abbiamo venduto 44 libri in totale. Pensiamo che le iniziative rivolte a questo tipo di pubblico, attento e preparato, siano molto positive, senz’altro da ripetere”. E noi vi ringraziamo per il vostro preziosissimo lavoro di diffusione!

Naturolistica – il reportage di Rossella da Piacenza

Impressioni positive, a caldo, da parte di Rossella che ha portato il banchetto delle Edizioni Archiati alla sesta edizione della Fiera Naturolistica, sabato e domenica scorsi.

Ci scrive Rossella: “La fiera proponeva diverse proposte del naturale e del biologico, come abiti naturali non trattati, cibi biologici, olio essenziale di erbe, detersivi ecologici e tante altre cose. È stata organizzata molto bene, in un bel cortile erboso con piante, in una vecchia fattoria del ‘600, ora diventata una scuola di Naturopatia. Il clima era festoso, e le persone che sono venute a visitarci erano molto interessate a capire le nostre proposte. Alcune persone sono ritornate la  mattina dopo per acquistare i libri.  Penso che essere presenti in queste fiere sia un modo bello e importante per portare la conoscenza di Rudolf Steiner alle persone che sono in un percorso di ricerca.” Rossella

Grazie, Belgioioso!

Grazie a Belgioioso, che ci ha ospitati per il secondo anno. In tanti, tra gli espositori, erano preoccupati perché questa volta la fiera cadeva nei giorni di Pasqua, temevano una riduzione dei visitatori. Ci è stato assegnato un bel tavolo alla destra di chi entra, nel salone d’ingresso, posizione favorita per via del passaggio che indirizzava i visitatori a partire proprio da lì per il giro tra i banchetti. È sempre difficile stabilire quali testi esporre, lo spazio è ridotto ed è necessaria una drastica selezione nella varietà dei titoli.

L’ambiente è molto accogliente, gli espositori non mancano all’appuntamento con “Officinalia”: il parco è preso perlopiù dai fiorai che sfoggiano rare erbe aromatiche e fiori sgargianti; all’interno tra piano terra e primo piano in ogni anfratto erano distribuiti tutti gli altri espositori con i loro articoli e prodotti: abbigliamento, alimentari, amuleti, arredamento, cosmetici,  medicamenti, gioielli…

Rossella e Lucio hanno curato la vendita dei libri in modo esemplare, (segue)

Archiati Edizioni al Salone del Libro

Il Salone del libro di Torino è un’occasione per farsi vedere da un pubblico massimanente eterogeneo, in questo senso è sempre un’esperienza positiva.  Ci si sente minuscoli: il classico granello di sabbia nel deserto.  Tra le migliaia di libri esposti è arduo distinguere gli specchietti per le allodole da un prodotto di qualità.  Dal mio “gabbiotto” illuminato ho dialogato con tipi particolari:  una donna dall’aspetto misterioso in cerca di tarocchi, un catto-psicoanalista aspirante scrittore, un esperto esoterico di orchidee, un ammiratore di Allan Kardec. Mani curiose hanno rigirato più volte: La vita dopo la morte, Angeli e morti, Vivere con gli Angeli, Il grande gioco della vita. Una piccola amarezza: il prezzo, pur bassissimo, dei libri ha in alcuni casi fatto da deterrente ad una possibile vendita.La soddisfazione più bella viene dalle le persone che prendono in mano un libro, ne leggono la quarta e decidono di acquistarlo.

I più richiesti: Che cosa fa l’Angelo nell’anima dell’uomo, Le fiabe, Angeli e morti ci parlano, Buddha e Cristo, L’arte dell’incontro, Tra destino e libertà.

I nostri libri ad Officinalia, Castello di Belgioioso

Per il secondo anno consecutivo abbiamo partecipato a ‘Officinalia’, la fiera del biologico al Castello di Belgioioso (Pavia).  L’affluenza è sempre più numerosa, e per noi è un’occasione importante per confrontarci con un pubblico vario, e per conoscere molte persone nuove.

IMG_0174

Per questo facciamo il punto sui titoli che hanno destato maggiore interesse: Che cosa fa l’angelo nell’anima dell’uomo? ha incuriosito più di tutti, ma è stato anche richiesto il nuovissimo Il mondo delle fiabe. Sempre attuale La forza della positività, seguito da Rosaspina, La signora Holle, e Vivere con gli Angeli e gli spiriti della natura. Parecchie persone che transitavano davanti al nostro banchetto si sono poi soffermate a sfogliare i libri, e hanno voluto saperne di più. In molti hanno chiesto informazioni approfondite sui contenuti. Un bel risultato!