Rudolf Steiner – CONFERENZA DI NATALE

Gli esseri spirituali e le loro azioni
Vol. IV – Verità dei misteri ed impulsi di Natale. Miti antichi e loro significato
(O.O. 180) – 2° conferenza

CONFERENZA DI NATALE

Rudolf Steiner, Dornach 24 dicembre 1917

Traduzione di Luisa Fliess

La Natività - Gustave Dorè

Il calendario cristiano pone in modo significativo la festa di Adamo e Eva al 24 dicembre, e nella notte dal 24 al 25 dicembre la festa natalizia del Cristo Gesù. Così vengono accostati immediatamente: il principio del mondo secondo la concezione cristiana, ossia l’inizio degli eventi terreni, e il massimo fra questi: quello che conferisce il significato a tutta l’evoluzione della Terra. Vengono immediatamente accostati per accennare così che il rapporto dell’uomo con l’universo spirituale ha subìto, dal Mistero del Golgota in poi, un rivolgimento di tale importanza da far sì che tutto quanto lo precede, sebbene necessario alla conoscenza di questo Mistero stesso, può a tutta prima considerarsi trascurabile per la coscienza cristiana, in rapporto all’accoglimento degli impulsi volitivi. Il massimo tra i rivolgimenti che abbiano avuto luogo nell’evoluzione della Terra – e noi ne siamo ben coscienti – è stato prodotto dal Mistero del Golgota.

Esso si presenta tale davanti all’anima di chi lo comprende che, per suo mezzo gli si dischiude il senso, il significato di tutta questa evoluzione terrena. Si potrebbe dire: se osserviamo quale fosse prima della discesa del Cristo nell’evoluzione l’atteggiamento degli antichi di fronte alla Saggezza universale, e lo paragoniamo all’impulso che per l’agire umano sa trarne la coscienza umana presente, questo pensiero elaborato dovutamente potrà trasmetterci un significato profondamente impressionante. Basterà ricordare una figura di cui ci da occasione appunto la festa che sta sotto il segno delle parole “Et incarnatus est de Spiritu Sancto ex Maria Virgini”, la figura che si erge incontro dai tempi antichi, la Vergine Pallade Atena, Dea della Sapienza nell’antica Grecia, la figlia di Zeus, che veniva considerata Dea dell’Intelletto.

la conferenza completa può essere scaricata qui:

Rudolf Steiner – o.o. 180 2a conf. verita dei misteri e impulsi di natale – dornach, 24 dicembre 1917

Atmosfera natalizia

Proponiamo come oggetto di meditazione pre-natalizia le profonde parole di un versetto altamente significativo del Vangelo di Luca (2,14), l’annuncio dell’Angelo ai semplici pastori, che sentono nell’intimo della loro anima il manifestarsi di un evento terreno e cosmico: la nascita del Bambino Gesù.

«Gloria a Dio nel più alto dei cieli e pace in terra agli uomini che egli ama»

Nell’ O.O. 127, Le tredici notti sante, di Rudolf Steiner – Hannover, 26 dicembre 1911 – §2, ritroviamo una riflessione sull’espressione citata dal Vangelo di Luca:

«… È come se dall’albero di Natale stesso risuonasse l’annunciazione del divino negli spazi cosmici, nelle altezze celestiali. L’essere umano può allora sentir scaturire dalla propria volontà forze di pace rassicuranti l’anima. Come ci dice la leggenda del Natale, l’annuncio risuonò quando i pastori visitarono il luogo della nascita del Bambino, la cui festività noi oggi celebriamo. Risuonò ai pastori dalle nuvole: le Potenze Divine si manifestano dagli spazi cosmici, dalle altezze celesti e portano pace rassicurante all’anima che sia colma di buona volontà».

Rielaborando la traduzione dell’ultima frase in corsivo si può ottenere:

«L’anima umana che prende la buona decisione[1] riceve pace sulla terra quale manifestazione della Gloria di Dio».

Leggendo prima il versetto tratto dal Vangelo di Luca e poi la traduzione rielaborata della frase di Steiner, si constata che nel primo l’uomo appare come puro fruitore dell’amore divino che si rivolge a lui con atteggiamento benevolo; nell’annuncio di Steiner invece le potenze divine infondono pace all’uomo nella misura in cui questi è «colmo di buona volontà», agisce di propria iniziativa per il bene.

Dalla stessa conferenza abbiamo tratto un paragrafo, l’ultimo, sull’esortazione ad attivare l’impulso volitivo.

 «Anima umana, quando sei debole, quando credi di non poter trovare le mete della tua esistenza, pensa all’origine divina dell’uomo e sii consapevole che queste forze sono dentro di te e che sono anche le forze del massimo amore. Nel loro massimo sviluppo, scorgerai in te le forze che danno fiducia e certezza a tutto il tuo agire, per tutta la tua vita, ora e nel più lontano futuro».

Integriamo con una bellissima citazione tratta da O.O. 260,  Il Convegno di Natale – 24 dicembre 1923, ore 11,15 – §7

 «Sì, questo sono io quale uomo, quale uomo sulla Terra voluto da Dio, quale uomo voluto da Dio nel Cosmo».

 

Una lettura integrale del  capitolo sulla natività del Vangelo di Luca e delle conferenze di Steiner citate, aiuteranno a farsi un’idea più ampia del valore spirituale delle parole pronunciate dall’Angelo.

 

[1] Inizio della volontà nel pensare che manifesta i suoi frutti nell’agire

Convegni: Chi è quel bambino? Roma, 19 e 20 gennaio 2013

Il 19 e 20 gennaio il Teatro Colosseo di Roma ha ospitato un convegno di Fabio Delizia dal titolo “Chi è quel bambino?”

Numerosa  e calorosa la partecipazione del pubblico, che ha seguito con attenzione la proiezione di diapositive contenenti riproduzioni di capolavori artistici, fotografie e schemi proposti dal relatore a sostegno di una delle più straordinarie e dibattue rivelazioni della Scienza dello spirito di Rudolf Steiner: il mistero dei due bambini Gesù.

Complimenti a Fabio, promotore di un filone del tutto originale, che attraverso una ricca varietà di immagini ha ripercorso con chiarezza ed efficacia le tappe storiche e spirituali dell’umanità fino alle due Natività, evento preparatorio alla venuta del Cristo sulla Terra.

Eccovi alcune foto:

Locandine all'ingresso del teatro
Chi è quel bambino?
Una panoramica del pubblico
Prima fila
Stefania Carosi, l'organizzatrice, presenta il relatore
Fabio Delizia al microfono
Fabio mentre risponde alle domande del pubblico
Il relatore e Francesco Valori, prezioso collaboratore tecnico
Strumenti di lavoro…
Composizione di immagini
Rudolf Steiner
Il corridoio d'entrata
Pippo Viviano al banchetto dei libri
Via Capo d'Africa, il Teatro Colosseo è al numero 29

Per chi fosse interessato ad approfondire il tema dei due bambini Gesù, segnaliamo la bibliografia indicata dal relatore:

  • Buddha e Cristo, di Rudolf Steiner (Edizioni Rudolf Steiner)
  • Il quinto Vangelo, di Rudolf Steiner (Editrice Antroposofica)
  • Voi siete dèi, l’uomo in cammino, vol. 1 (Edizioni Rudolf Steiner)

Post Scriptum: L’Attesa

 

Allora niente grande onda?, e tutte le astronavi, i meteoriti …mbé?! Neanche da voi?????

Al ritorno dalla metropoli ho solo avuto un assaggino di tamponamento a (micro)catena nella nebbia, con una piccola frattura composta del fascione: l’assicurazione risarcirà. Sorgono nebulosi pensieri sul karma, su come siamo legati l’uno all’altro non solo direttamente ma a mezzo di intermediari in relazione con entrambi… come si intreccino misteriosamente i fili delle vite, a creare ricamini più o meno leggiadri. A stiracchiarsi anche, talvolta.

Un ventino, Sebastiano mi pare, s’è fatto intimidire da un camion strombazzante o impressionare dall’incidentone avvenuto poco oltre, che la radio ha enfatizzato (così lui dice, continuamente, per scusarsi: quanto gli dispiace!) e ha accelerato per immettersi nella coda dove eravamo tutti fermi in tangenziale, alle ore diciassette e diciassette del ventun Dicembre duemiladodici.

Dà una botta all’automobile di Stefano, più quarantino, che a sua volta viene a timbrare la mia. Che incontri!, e che bello permettersi (sono i lussi delle signore un po’ ageé) di portare calma e positività tra due galletti, bravissimi diavoli infine, che all’inizio si provano, a far capire all’altro chi comanda – ognuno alla sua maniera, secondo il suo temperamento e a seconda delle sue paure.

La macchinina di Stefano non parte più (ormai sono fatte come gli accessori della Barbie, o come quegli insetti che perdono tutte le zampe per un nonnulla, quando fan finta di essere morti) e dobbiam sostare tutti quanti un’ora e rotti nel bel mezzo della corsia centrale, aspettando il carro attrezzi e qualche Autorità che accerti l’accertabile. Lo stesso tempo che impieghiamo a compilare due constatazioni molto amichevoli, scambiandoci le biro pigiati nello stesso carapace immoto, al freddo come in quella notte là sotto la stella.

Triangoli, giubbottini fluo, ambulanze che passano per vedere se stiam tutti bene e a proteggerci dall’umida giungla d’asfalto. Un angelo della stradale sembra spuntato da un thriller apocalittico di Altieri: dall’auto non si esce!, sennò t’arrotano.

Non resta che continuare ad attendere… e AUGURI!

Per una rinascita del Natale: ‘Come una bimba incontrò Gesù bambino’ e ‘Il buon Gherardo’

I ‘libretti’, che contengono una sola conferenza di Rudolf Steiner (durante i convegni e i seminari vegono dati in omaggio con gli acquisti di libri o cd), stanno progressivamente andando a esaurimento. Per le ristampe abbiamo scelto un formato tascabile, più pratico e comodo da infilare in borsa, o meglio ancora, da tenere in tasca, per averlo sempre a portata di ‘lettura’ in ogni momento della giornata. Vi presentiamo per primo ‘Per una rinascita del Natale’, che contiene due brevi conferenze (una tenuta a Basilea, l’altra a Dornach, rispettivamente nel 1915 e nel 1916) in cui Steiner porta due racconti natalizi : ‘Come una bimba incontrò Gesù Bambino‘ e ‘Il buon Gherardo‘. Il primo, tratto da un romanzo di Adalbert Stifter, narra la storia di due bambini, colti nella notte da una tempesta di neve mentre attraversano a piedi la montagna. Per il secondo, attingiamo dalla Prefazione:

” (…) E che cosa ha a che fare col Natale la storia del buon Gherardo? Rudolf Steiner faceva sul serio quando ha raccontato questa storia proprio il giorno di Natale? Il buon Gherardo è un uomo per cui è assolutamente naturale fare di tutto per aiutare chi è in difficoltà. Un individuo così – questo mi pare il senso del racconto natalizio di Rudolf Steiner – dev’essere interamente pervaso dello spirito del Bambin Gesù, che per amore ha fatto – e continua a fare – di tutto per gli esseri umani che sono oggi più in difficoltà che mai.     Pietro Archiati

Un piccolo, grande libro per Natale: Ma cos’è questo “cristianesimo”?

In occasione del Natale siamo davvero lieti di proporre un piccolo testo che consideriamo adattissimo alla meditazione in questo periodo, e che può far scaturire in noi l’impulso a un’apertura incondizionata alla vera realtà del cristianesimo.

Com’è sorto e che cos’è il cristianesimo? Sono le domande cui Rudolf Steiner risponde in modo brillante, perfino umoristico, agli operai, regalandoci una lettura facile, gioiosa, immensamente ricca.

Per avvicinarsi giustamente ai misteri dell’incarnazione del Gesù Cristo è necessaria una preparazione a livello conoscitivo; una preparazione libera da ogni forma di ottusità superstiziosa, e scientificamente fondata, sul significato dei testi che ne hanno tramandato gli insegnamenti e sulla Sua figura storica e spirituale. Sulla Sua nascita, per esempio…  (segue una breve sintesi del testo a cura di Maria Nieddu)

Mantram di Natale

In questi giorni di Avvento vi proponiamo il mantram che Rudolf Steiner pronunciò durante il Convegno di Natale del 1923:

Alla svolta dei tempi
la luce dello spirito cosmico entrò
nella corrente dell’essere terreno;
l’oscurità della notte
aveva terminato il suo dominio;
chiara luce del giorno
rifulse in anime umane;
luce,
che riscalda i cuori semplici dei pastori,
luce,
che illumina
le menti sagge dei re.
Luce divina
o Cristo, tu Sole,
Riscalda i nostri cuori,
Illumina le nostre menti,
affinchè divenga buono
ciò che vogliamo fondare coi cuori,
ciò che vogliamo condurre alla meta
con menti risolute
.

Rudolf Steiner

Si avvicina il Natale: il dono di Archiati Edizioni

(…) celebrare il Natale con commossa gratitudine per quell’Essere che per amore puro porta sulla Terra forze solari di luce e calore, come aiuto a pensare tutto l’amabile e ad amare tutto il pensabile, per una crescente comprensione di sé e degli altri ” Pietro Archiati

Per riscoprire il significato e la sacralità originari del Natale, Archiati Edizioni offre ai lettori l’occasione per un dono importante, con una promozione valida fino al 6 gennaio 2011: le spese di spedizione saranno gratuite per ogni ordine in cui sarà incluso il libro “Natale – candore dell’animo”

Video-commento al libro ‘Natale candore dell’animo’